Contatto Rapido: 0578 21946

Algeria - Un Sogno chiamato TADRART

9 giorni € 2.495,00

Partenza 17 ottobre 2020

Con minimo 10 partecipanti il viaggio è confermato.

Algeria - Un Sogno chiamato TADRART

Un viaggio da intenditori, per andare alla scoperta di zone non frequentate dal turismo di massa e per questo ancora più affascinanti!

Picchi di roccia, labirinti di arenaria, dune di sabbia aurea di colori stupefacenti….un palcoscenico straordinario dove assaporare le proprie emozioni nel silenzio che solo il deserto sa offrire ….

Con accompagnatrice dall’Italia

Stefania Braconi –tour leader con esperienza decennale nel mondo arabo

Programma di Viaggio

Giorno 1
Milano/Roma – Algeri – Djanet

Partenza da Milano via Roma o da Roma  con volo diretto . All’arrivo ad Algeri, ritiro dei bagagli ,  incontro con la guida per una breve visita della città. Bianca città mediterranea, la capitale algerina sovrasta una baia stupenda, aggrappandosi ai dolci rilievi dell'Atlante che degradano verso il mare e infondono alla struttura urbana una configurazione movimentata. La sua storia millenaria - è stata città berbera, fenicio, provincia romana, centro cartaginese, capitale araba e ottomana, fino a diventare una metropoli razionalista francese – ne fa  un mosaico di culture e di stili. La parte più antica è la “Casbah”, un reticolo bianco-calce, un labirinto di vicoli, scalinate e ripide stradine dove si nascondono fastosi palazzi ottomani. Nella vecchia cittadella turca si trovano alcuni dei monumenti più importanti, moschee e diversi musei. La città francese, bella ed elegante, è quella dei quartieri Front de Mer, affacciati direttamente sul lungomare: qui si innalzano le facciate dei palazzi coloniali stuccate di bianco e le strade ricordano i boulevard parigini, ampi e alberati. Cena in ristorante . Trasferimento all’aeroporto per i voli nazionali per il volo notturno  per Djanet( a volte con scalo) . Prelievo del bagaglio e trasferimento in hotel .Pernottamento .

Giorno 2
L’oasi di Djanet

Giornata dedicata alla scoperta di Djanet , caratteristica oasi sahariana definita “La Perla del Tassili” . Passeggiata tra le abitazioni di fango e pietra della parte antica , abbarbicata sulla montagna da cui si può ammirare il lussureggiante palmeto e visita del souq nella parte nuova del villaggio . In serata briefing con l’archeologa e ricercatrice dott.ssa Oriana dal Bosco , profonda conoscitrice dell’arte rupestre ed autrice della guida Polaris “Algeria del Sud” . Cena e pernottamento in hotel

Giorno 3
Djanet Tadrart – El Berj

Dopo la prima colazione e carico dei bagagli partenza in direzione sud – est , seguendo la nuova strada asfaltata che ci conduce velocemente alle propaggini del Tadrart , un gioiello naturale per i suoi splendidi paesaggi e per la sua ricca collezione di arte rupestre , protetta come Parco Nazionale . El Berj , dove trascorreremo la notte , è la porta di accesso al fantastico mondo del Tadrart . Più avanti vedremo aprirsi un vasto spazio movimentato da dune, con corridoi di sabbia vellutata intervallati da rocce . Un mondo fiabesco , dentro un grande , bellissimo affascinante museo di arte rupestre . Sistemazione al campo .  Pensione completa

Giorno 4
El Berj – Mul En Nagha

Situato a sud est del Parco Nazionale del Tassil N’Aijer , il Tadrart Acacus è considerato uno dei più bei deserti del mondo . Questa regione del Sahara , è parco nazionale ed è classificata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco non solo per la sua diversità geografica e le peculiarità geologiche ( vi si trovano praticamente tutti i tipi di deserto in un perimetro abbastanza ridotto) ma anche per la presenza di preziose testimonianze dell’arte rupestre primitiva . La giornata sarà dedicata alla scoperta del sito di Mul En Nagha , , dove le dune di sabbia gialla e i picchi di roccia arenaria spuntano come funghi in questo mare fermo e fossilizzato . Anche qui avremo tempo per scoprire , con passeggiate , altri angoli suggestivi con il solo desiderio di vivere il deserto con la pace e la calma che ne è la sua stessa essenza . Campo e  bivacco

Giorno 5
Mul En Nagha – Tin Merzouga

L’area  del Tadrart , che nella lingua dei tuareg significa “La montagna” , è un vero labirinto che il lavoro millenario dell’erosione ha modellato in forme sontuose e sorprendenti. Qui il Sahara si manifesta in tutta la sua bellezza, nelle geometrie di forme, nei suoi silenzi. In questa giornata ci aggireremo tra immensi canyon dove si innalzano falesie smerigliate dalla sabbia e dal vento, dune dai caldi riflessi arancione, ocra e rosse che vanno all’assalto di speroni rocciosi. Raggiungeremo Tin Merzouga , una grande esplosione del rosso delle grandi dune, altissime, fulve, ci riservano uno degli spettacoli  più indimenticabili. Il tramonto avvolgerà il viaggiatore in un’ atmosfera magica ed indimenticabile . Il campo  verrà posizionato  per 2 notti , così non c’è la necessità di smontare e rimontare le tende. 

Giorno 6
Tin Merzouga – Tsitka

Iniziamo a ripercorrere a ritroso il percorso soffermandoci a vedere le stazioni di arte rupestre che ci sono state lasciate dai nostri predecessori sahariani : la maggiore parte di queste risale al periodo bovidiano , dove viene ancora rappresentata quella fauna detto “etiopica” che era ormai in fase di sparizione dalla zona sahariana. Si prosegue nel canyon dell’oued in Djeran che si snoda fra gole profonde, muraglie di roccia , suggestive figure di pietra scolpite dal vento e dalla sabbia .  I ripari alla base delle alte pareti di roccia dell’oued costituiscono una delle più belle gallerie di arte rupestre del Sahara: la famosa giraffa “accucciata” è una pittura di un eleganza straordinaria; si possono ammirare pitture con scene di vita pastorale, immagini di caccia , graffiti raffiguranti giraffe e gruppi di elefanti . Campo e bivacco

Giorno 7
Tisitika – Erg ad Mer

Lasciamo il Tadrart per un nuovo gioiello che il deserto nasconde : l’Erg ad Mer , un mare di dune auree che si estende parallelo all’altopiano del Tassilli . Qui si potrà ammirare tra le altre cose anche il graffito più famoso del Sahara, nella zona limitrofa di Tararhar : “La Ache que pleure” – Le Mucche che piangono . Campo e bivacco

Giorno 8
Erg ad Mer – Tikabaouine – Djanet

Partenza in mattinata per rientrare a Djanet. Sosta a Tikabaouine per il pranzo e per ammirare una delle zone più affascinanti della regione di Djanet: una delle più grandi tombe solari preistoriche e una selva di guglie e archi naturali. Arrivo a Djanet, sistemazione in hotel, tempo per riposo, doccia .  Cena e trasferimento in aeroporto per la partenza sull’Italia , via Algeri

Giorno 9
Algeri – Italia

Trasferimento notturno per l’aeroporto e partenza con volo di linea per l’Italia via Algeri . All’arrivo, ritiro dei bagagli e fine del servizio

Partenze Prezzo
17 ottobre 2020
€ 2.495,00
Con minimo 10 partecipanti il viaggio è confermato.

Min. 10 persone   €   2495,00

Supplemento singola  €  95,00

 

Polizza Medico – Bagaglio – annullamento con estensione della copertura anche per Covid sia per annullamento che per assistenza e quarantena –

La scheda tecnica sarà inviata per la consultazione specifica .

La polizza dovrà essere emessa contestualmente alla prenotazione – NON RIMBORSABILE

Quota  fino ai 64 anni  € 55,00 – dai 65 ai 74 anni € 105,00 – dai 75 ai 84 anni € 210,00

 

Acconto alla prenotazione € 950,00 – Saldo entro 10.09.2020. Termine per le adesioni 20.08.2020.

La quota comprende

volo a/r in classe economica – tasse aeroportuali – bagaglio a mano + bagaglio in stiva – accompagntore per tutta la durat del viaggio con incontro all’aeroporto di Malpensa , visto ,  sistemazione 2 notti in hotel a Djanet ( hotel de charme) , campo tendato mobile per tutto il tour del deserto , pensione completa dalla cena della prima sera alla cena del 08 giorno ,   tutti i trasferimenti, , guida e autista e cuoco locali parlanti francese , ingressi al aprco del Tassil N’Aijer, trasferimenti in fuoristrada 4x4 per tutto il tour ( 3 persone per jeep) , materaile da campeggio ( escluso sacco al pelo) , visto d’ingresso ( al momento costo e 155,00 ) , volo interno , materiale di viaggio , gadget di viaggio

La quota non comprende

Mance obbligatorie da versare all’accompagnatore € 40,00 a persona , extra ed assicurazione medico/bagaglio/annullamento   ( vedere sotto) e tuto quanto non appare alla voce “La quota comprende”